Oggi la portavoce regionale M5S, Silvia Blasi, ha depositato la proposta di legge sull’ampliamento dell’area protetta “Parco regionale Naturale dei Monti Simbruini” all’adiacente area dei Monti Ernici, per tutelare non solo i preziosi e incontaminati ambienti, montani e fluviali, situati nell’area orientale della provincia di Frosinone, ma soprattutto per preservare i pochi esemplari di orso marsicano (50 in tutto) a rischio di estinzione anche nel territorio dei Monti Ernici.

La giunta Zingaretti non ha mai voluto stabilire un vincolo di protezione dell’area, anche se la regione era obbligata a farlo da direttive comunitarie europee, dall’adesione al piano nazionale di tutela da parte delle due regioni confinanti con il Parco, Abruzzo e Molise, e persino dalle stesse delibere di giunta portate avanti negli anni dalla stessa amministrazione Zingaretti.

Inoltre, tutta l’area dei Monti Simbruini ed Ernici è stata dichiarata unitariamente come ZPS, ovvero una zona di protezione speciale, e la mancata tutela dell’area comporta la violazione gli articoli della direttiva europea “Habitat” 92/43/CEE del 21 maggio 1992.

Questa esigenza di proteggere l’area – spiega la consigliera Silvia Blasi, che ha presentato la legge – è dovuta proprio alla conservazione e protezione degli habitat dell’orso, che devono essere tutelati. A questa proposta di legge siamo giunti grazie ad un lavoro dal basso, con un continuo confronto con le associazioni ambientaliste che infatti chiedevano da anni alla regione di adoperarsi in tal senso”.