“Un sentito ringraziamento alla DDA di Roma e ai Carabinieri per la brillante conclusione dell’operazione “Equilibri” con cui hanno colpito il clan dei Fragalà, consolidato nella zona del litorale sud di Roma: un operazione che sta portando alla luce i rapporti criminali tra i clan appartenenti ad organizzazioni criminali di primo piano, che hanno inquinato la zona di Ardea, Pomezia, Torvajanica oltre l’area metropolitana romana”.

Così in una nota la portavoce e responsabile enti locali 5S Valentina Corrado.

Con l’operazione condotta dalla DDA di Roma e dei Carabinieri “Equilibri” conclusa stamattina, si sono interrotte intimidazioni in danno dei commercianti e di tutti coloro che hanno subito condizionamenti di vario tipo nello svolgimento della propria attività, essendosi i componenti dei clan infiltratatisi nel tessuto della società. Le forze dell’ordine hanno proceduto alla notifica di 33 ordinanze di custodia cautelare, emesse sia contro gli esponenti della criminalità organizzata sia contro l’ex presidente di ConfCommercio di Pomezia e Litorale sud, Astrid Fragalà. Secondo gli investigatori, avrebbe svolto un ruolo di cerniera tra il padre ed esponenti politici di Pomezia.

Oltre Astrid Fragalà, altre due donne sono state condotte agli arresti, perché ritenute dagli inquirenti “soldati della cosca”.

“L’impegno e la massima attenzione che c’è da parte delle forze dell’ordine nel far fronte quotidianamente alle derive criminose deve essere supportato dal lavoro nelle istituzioni – commenta la portavoce 5Stelle Valentina Corrado membro della commissione antimafia – ed è questo l’impegno quotidiano che il Movimento 5 Stelle garantisce perseguendo i principi di trasparenza e legalità che concretizza in provvedimenti di contrasto alla corruzione e alla commistione tra politica e mafia a tutela dei cittadini onesti”