Ieri pomeriggio, 15 ottobre, la capogruppo M5S alla Regione Lazio, Roberta Lombardi, ha incontrato una delegazione dei nodi del Comitato No Corridoio contro l’Autostrada Roma-Latina, delle bretelle Cisterna-Valmontone e A12-Tor de’ Cenci.

Un incontro per ascoltare, come abbiamo sempre fatto, le richieste del comitato e raccogliere la contrarietà al progetto, la richiesta del suo ritiro in luogo di un’opera di messa in sicurezza della Pontina fino a Terracina, del potenziamento della rete ferroviaria e dell’intermodalità con il ferro. Richieste che da tempo i comitati hanno presentato e abbiamo accolto, anche in virtù di un piano dettagliato alternativo al progetto della Roma-Latina, che i cittadini del Comitato hanno già consegnato alle istituzioni competenti.

La portavoce Roberta Lombardi ha confermato, anche stavolta, la sua vicinanza alle ragioni del Comitato, confermando il suo impegno per una migliore viabilità, funzionale però agli interessi dei pendolari e di tutto il territorio, affinché non sia acuita ma anzi risolta la relativa distanza della provincia di Latina dalla Capitale, e soprattutto si centri l’obiettivo di avere un collegamento intelligente e senza pedaggi, gratuito e scevro dalle speculazioni di privati pronti a costruire e poi mungere i cittadini.
Mi impegnerò a chiedere – ha dichiarato Roberta Lombardi – un incontro con il Presidente della Regione Nicola Zingaretti e con il viceministro del Ministero dei trasporti e delle Infrastrutture, Giancarlo Cancelleri, per proporre un confronto costruttivo e risolutivo sulle proposte alternative e di buon senso sul collegamento tra Roma e Latina”.

Soluzioni che ormai non sono più rimandabili.