Comunicati Stampa

Come M5S Lazio, apprendiamo attoniti e amareggiati dalle agenzie, che il consigliere regionale Davide Barillari – autodefinitosi intransigente e alla ricerca di una incomprensibile visibilità personale – ha pensato bene di attaccare il collega Loreto Marcelli accusandolo di aver partecipato a riunioni carbonare relative al provvedimento di giunta “azienda zero”. In realtà la riunione a cui si riferisce Barillari si è svolta nell’ufficio di presidenza ed ha coinvolto l’assessore competente D’Amato e lo stesso Davide Barillari, per definire il percorso del provvedimento in commissione, proprio in considerazione dell’alto numero di emendamenti presentati. Emendamenti che, va ricordato, sono stati presentati anche grazie all’ampliamento dei termini di deposito che lo stesso Barillari aveva richiesto alla maggioranza e che questa aveva accordato.
La riunione aveva il fine di definire un anche un percorso politico della norma su azienda zero, coinvolgendo, com’è successo con altri provvedimenti come il Testo Unico del Commercio, le tre aree politiche in consiglio regionale, al fine di arrivare al miglior provvedimento possibile per i cittadini.
L’intelligenza, l’azione politica e la sua capacità di tradursi in concretezza, non si basa sul numero degli emendamenti ma sul rispetto degli impegni assunti nei confronti dei cittadini.