La proposta ‘taglia burocrazia’ al Collegato al Bilancio: “Conferenza unica dei servizi per tutti i progetti e un sistema di Big Data per convocare insieme tutti gli attori coinvolti”

Roma, 22 gennaio – “Un ufficio unico a cui gli agricoltori possano presentare tutte le procedure autorizzative relative alla propria attività, sia in caso debbano avviarne una ex novo sia in caso vogliano richiedere un intervento specifico per una loro attività produttiva già esistente”.

Lo propone il consigliere regionale M5S del Lazio, Valerio Novelli, presidente della Commissione Agricoltura e Ambiente, con un emendamento al Collegato al Bilancio in discussione in questi giorni alla Pisana. “Ancora oggi l’imprenditore agricolo vive la condizione di un ‘pellegrino errante’ perso nei meandri di una burocrazia complicata. La svolta epocale – continua Novelli – è stata l’intuizione e l’innovazione di attivare un sistema autorizzativo centralizzato per l’agricoltura in cui, tramite una Conferenza dei servizi, si determina l’immediata decisione autorizzativa dei progetti presentati, qualificando di fatto l’imprenditore agricolo ad attore principale della propria attività verso le nuove iniziative”.

“Questa innovazione porterà nuovo ossigeno alle imprese laziali per essere più competitive sui mercati nazionali ed internazionali. Avere inoltre un ufficio dotato di un sistema informatico di Big Data, che abbia l’immediatezza, l’indipendenza e l’autonomia di convocare attorno ad un tavolo tutti gli enti coinvolti nel processo autorizzativo, consentirà un notevole risparmio di tempo e denaro in favore di un nuovo slancio imprenditoriale del settore”.

“Una proposta frutto di un lavoro di sinergia che parte dall’ascolto dei territori e delle associazioni di categoria e si – conclude Novelli – concretizza tramite l’apporto, il confronto ed il miglioramento tra la Presidenza della Commissione Agricoltura, l’Assessorato e la Direzione Agricoltura ed i suoi tecnici. La Giunta e alle forze politiche la approvino se hanno a cuore il comparto agricolo del Lazio”.