Comunicati Stampa

Roma 13 febbraio

“Ho chiesto in aula, con un mio emendamento, l’applicazione della legge regionale 7/2018 che riguarda le clausole sociali su tutti gli appalti ad alta intensità di manodopera, per gli affidamenti alle Cooperative che prestano assistenza ai disabili nelle scuole, medie e superiori. Ma la maggioranza, pur avendola invitata a riconsiderare il parere contrario della giunta, ha deciso di cassare questo emendamento, assieme alla richiesta, sempre contenuta nel mio emendamento, di monitorare lo stato dell’arte del servizio assistenziale alle famiglie ricadenti nei piani sociali di zona”.

Così in una nota la capogruppo M5S Lazio Roberta Lombardi.

“Nella discussione del Collegato durante la fase di commissione, la maggioranza aveva mostrato sensibilità per i lavoratori degli appalti e credevo ne avesse anche per fornire un monitoraggio alle famiglie sull’assistenza sociale fornita ma oggi, in aula, ha dimostrato che lo sviluppo della personalità dei ragazzi bisognosi di attenzioni, che verrebbe garantita con la continuità assistenziale che ho richiesto, non è tra i suoi obiettivi.

Al tempo stesso la maggioranza nega anche che alle famiglie ricadenti nei piani sociali di zona sia offerto un sacrosanto feedback rispetto ai servizi prestati – conclude la portavoce 5 Stelle.