Comunicati Stampa

Roma – 17 febbraio –

“Cinquemila persone in meno in nove anni nella provincia di Rieti: è il bilancio negativo che emerge dagli ultimi dati Istat e che vede una parte delle nostre Comunità locali impoverirsi sempre di più sia per il calo delle nascite, fenomeno di carattere nazionale, sia perché, e questo riguarda soprattutto i piccoli Comuni, si emigra sempre più spesso per trovare un lavoro fuori dal proprio territorio. Noi in Regione Lazio per combattere lo spopolamento dei piccoli Comuni siamo riusciti a introdurre il ‘Reddito di Residenza’, una misura a prima firma del nostro portavoce Devid Porrello, approvata nell’ultima legge di Stabilità e finanziata con 1,4 milioni di euro – così in una nota stampa M5S Lazio.

“Come funziona il Reddito di Residenza? Diamo un sostegno economico, per un massimo di 24mila euro su tre annualità, a tutti quei cittadini che vogliono trasferire la residenza in un Comune con meno di 2000 abitanti e che nello stesso comune vogliano avviare un’impresa o recuperare, anche a fini abitativi, immobili del patrimonio storico culturale.

Ma non finisce qui: abbiamo una proposta di legge ad hoc sui piccoli Comuni, a prima firma della nostra portavoce Francesca De Vito, che speriamo sia calendarizzata al più presto nella Commissione competente e che altre misure che vanno a rafforzare questo primo risultato importante:

  • agenda ‘Controesodo’, ovvero gli incentivi finanziari e i premi di insediamento a coloro che si insediano per almeno 5 anni nei centri sotto i 5mila abitanti, recuperando il patrimonio edilizio esistente
  • abbattimento dell’IRAP per le imprese operanti nei piccoli Comuni

Inoltre nel Collegato al Bilancio, in discussione in questi giorni in Consiglio regionale, abbiamo presentato un emendamento, sempre a prima firma Francesca De Vito, per garantire una migliore rappresentanza dei piccoli Comuni e delle loro specifiche esigenze all’interno del Consiglio delle Autonomie Locali.

Fermiamo lo spopolamento, salviamo il nostro patrimonio produttivo, culturale e umano! Salviamo le nostre tradizioni”!