Giunta fugge da flop piattaforma Fare Lazio? Andiamo avanti con azioni urgenti per ripartenza

Roma, 22 aprile – “La Giunta ha annullato l’audizione con l’assessore allo Sviluppo Economico, Orneli, prevista per oggi alle 15 in XI Commissione, che avrebbe dovuto affrontare il piano per far ripartire le attività produttive del Lazio nel post emergenza coronavirus”. Così in una nota la consigliera regionale M5S del Lazio, Francesca De Vito, vice presidente in Commissione Sviluppo Economico. “Una decisione assurda, oltre che irresponsabile, vista la situazione di grave crisi economica e sociale in cui versa il motore produttivo della nostra regione, ulteriormente gravato dalle ricadute della pandemia globale e rispetto alla quale mi sarei aspettata di veder lavorare tutti pancia a terra, a ritmi serrati, per predisporre per tempo tutte le azioni necessarie a far uscire le nostre imprese e i rispettivi dipendenti dallo stop in cui rischiamo di rimanere impantanati. Non vorrei che in realtà dietro questa decisione ci sia una fuga della Giunta davanti alla necessità di doversi giustificare per il flop della piattaforma ‘Fare Lazio’. Anche se fosse, non sarebbe un buon motivo per sprecare tempo. Anzi, a maggior ragione dovremmo rimboccarci le maniche per trovare soluzioni”. “Ciò che trovo ancora più assurdo è che non si sia presa in minima considerazione la mia richiesta, in qualità di vicepresidente della Commissione, di inserire nell’ordine del giorno alcuni argomenti che ritengo fondamentali.
Oltre al pessimo risultato di lunedì scorso avrei voluto affrontare il piano di ripresa e le problematiche, anche igienico/sanitarie, alle quali vanno incontro le attività commerciali che mi auguro possano riaprire quanto prima, la valutazione di un piano di sviluppo che includa le imprese del Lazio che si sono riconvertire per offrire materiale sanitario o ancora il possibile sostegno a fondo perduto per artigiani e piccole imprese, solo per citarne alcuni. Ma dalla giunta si è ritenuto che non avessero priorità! Trovo tale comportamento inadeguato al momento che tutti stiamo vivendo e mi aspetto in futuro una maggiore serietà”, conclude De Vito.