“Ho inviato una lettera all’Assessore all’Agricoltura Enrica Onorati per chiederle un intervento normativo che permetta ai tartufai hobbisti di poter continuare la propria attività”

Lo dichiara Valerio Novelli, Presidente della Commissione Agricoltura e Ambiente della Regione Lazio.

“Un intervento normativo che si rende necessario al fine di inserire la ricerca dei tartufi nell’attività motoria e sportiva all’aperto in forma individuale.  Alla luce del nuovo Dpcm e dell’ultima ordinanza regionale – continua Novelli- è garantita l’attività motoria con il rispetto della distanza interpersonale di un metro e sportiva con la distanza di due metri. La ricerca di tartufi è svolta in solitaria con l’ausilio di un cane e, quindi, rispecchia queste prescrizioni. Inoltre il cane da tartufo necessita dell’allenamento dato proprio dallo svolgimento di questo compito.

Anche in questo caso – conclude il Presidente- la richiesta è giunta dopo l’ascolto delle associazioni di categoria e del territorio che mi hanno formulato la propria preoccupazione in merito. Ho ritenuto, quindi, opportuno rivolgermi subito all’Assessore con la speranza che l’intervento normativo arrivi al più presto”.