Durante il consiglio regionale straordinario sull’emergenza coronavirus, svoltosi alla Pisana mercoledì scorso, 20 maggio, come gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle del Lazio ci siamo astenuti durante il voto in Aula su un ordine del giorno che proponeva di avviare sui pazienti covid19 la terapia del plasma iperimmune nella nostra regione.

Un atto di responsabilità, da parte nostra, che riteniamo dovuto proprio per il rispetto e la tutela della salute pubblica visto che la terapia in questione è ancora in fase sperimentale e al momento non esistono studi scientifici certificati che ne dimostrino sia l’effettiva valenza che la totale mancanza di rischi per i pazienti ai quali viene somministrata, né tantomeno gli effetti che essa potrebbe produrre.

Ci auguriamo che la sperimentazione vada avanti e produca risultati positivi, in quel caso, a fronte di dati attendibili e garantiti, non esiteremo ad appoggiare favorevolmente questo tipo di cura.

Allo stesso tempo auspichiamo che anche le altre forze politiche dimostrino lo stesso senso di responsabilità e di sobrietà istituzionale, mettendo da parte polemiche e strumentalizzazioni pretestuose su temi così delicati, affinché si possa instaurare un clima di collaborazione fondamentale per gestire questa fase complessa volta al superamento di un’emergenza sanitaria di portata mondiale.

Mai come ora, siamo convinti che il Bene Comune, sia non solo superiore agli interessi particolaristici e individuali ma sia indispensabile per la sopravvivenza stessa e la tenuta di tutto il Sistema Paese.