Istituire una cabina di regia interassessorile che coordini le attività da portare avanti per incrementare la competitività della Regione Lazio nel campo della produzione ed utilizzo dell’idrogeno. E’ questo il succo della Mozione presentata dal consigliere M5S Devid Porrello e approvata dal Consiglio Regionale.

Roma, 10 settembre – “Abbiamo la grande opportunità di avviare un nuovo modello di sviluppo in grado di incrementare la competitività della regione nel campo della produzione ed utilizzo dell’idrogeno – sottolinea Porrello – e con la formulazione di politiche integrate che favoriscano la nascita di distretti tecnologici capaci di attrarre attività industriali e di ricerca, possiamo incoraggiare investimenti volti all’incremento di nuove attività per la produzione di elettrolizzatori, pile a combustibile e mezzi di trasporto a idrogeno”.

Il Lazio potrebbe fare da apripista in questo senso, accelerando anche lo sviluppo infrastrutturale della nostra regione nell’ottica del green New Deal, come indicato dall’Unione Europea – continua il vice Presidente del Consiglio regionale – che nel programma “Next Generation UE” si focalizza proprio sulla ripresa guidata dagli investimenti in settori come le infrastrutture ed i trasporti sostenibili e in tecnologie fondamentali, come quelle legate all’idrogeno verde che non producono inquinanti”.

Un approccio che garantirebbe zero emissioni di CO2, sia per l’adeguamento del patrimonio infrastrutturale già realizzato, come ad esempio alcune tratte ferroviarie percorse da treni diesel che potrebbero essere sostituiti da treni elettrici alimentati ad idrogeno, che per la realizzazione di nuove opere.

Da qui la necessità di aiutare i nostri ricercatori ed imprenditori – conclude Porrello – ad accelerare il processo verso l’utilizzo di un vettore pulito che, oltre a garantire sicuri ritorni economici ed occupazionali, velocizzerebbe i tempi della transizione energetica verso fonti rinnovabili”