Dare un immediato sostegno economico al comparto degli eventi privati, cerimonie e matrimoni, uno dei settori più colpiti dalla pandemia. Questo l’obiettivo della Mozione presentata da Francesca De Vito, consigliera M5S alla Regione Lazio.

“Il Decreto Sostegni approvato dal governo – spiega la consigliera De Vito – prevede un fondo da 200 milioni di euro da destinare al sostegno delle categorie economiche particolarmente colpite dall’emergenza Covid, incluse le imprese operanti nel settore dei matrimoni e degli eventi privati. Queste risorse, unite ai fondi in arrivo dal Recovery Plan, permetteranno di attuare tutti gli interventi necessari per aiutare il settore sempre più in crisi”.

“Il comparto degli eventi privati e delle cerimonie – chiarisce la consigliera M5S – coinvolge non solo il commercio e la manifattura di abiti da sposa e da cerimonia, ma anche decine di lavoratori che operano come acconciatori, truccatori, fotografi, planner, ristoratori, fiorai, sartorie, musicisti, per citarne solo alcuni oltre all’artigianato tipico per la creazione di bomboniere. Allo stesso modo sono coinvolti i gestori e lavoratori impiegati nelle strutture ricettive e analoghe location penalizzate da un minor afflusso anche di carattere turistico”.

“Inoltre non è facile quantificare il danno sulle imprese – prosegue De Vito – poiché non esiste un Codice Ateco che raggruppi il settore legato agli eventi nel suo complesso. Comunque la filiera produttiva interessata è ampia, e trattasi di realtà che fatturano solo nel Lazio circa 1 miliardo e mezzo di euro impiegando oltre 100 mila addetti tra lavoratori fissi e stagionali”.

“Per sostenere il comparto delle cerimonie e degli eventi – afferma la consigliera De Vito – è necessario adottare provvedimenti adeguati per promuovere e favorire la nascita di reti di filiera costituite anche tra più comuni o municipi, composte da una molteplicità di attività economiche appartenenti al comparto degli eventi privati, cerimonie e wedding, per la valorizzazione e la promozione dell’offerta e/o del territorio sia dal punto di vista produttivo che commerciale e turistico. L’obiettivo da perseguire attraverso la costituzione di reti di filiera e di distretti locali e territoriali è quello di incentivare il sistema produttivo e lo sviluppo di una rete di relazioni che abbia dimensione intersettoriale, unificando sotto una stessa filosofia di intervento le attività manifatturiere e commerciali più innovative, i servizi avanzati alle imprese e la ricerca scientifica applicata”.

“Per questo chiedo alla Regione – aggiunge De Vito – di attivare tutte le procedure necessarie affinché il sostegno economico vada anche nella direzione di quanto stabilito dal Testo Unico del Commercio in merito ai raggruppamenti di imprese. Ci tengo a ringraziare tutte le associazioni che hanno contribuito alla stesura di questa Mozione e auspico di poterla presentare quanto prima in Aula per dare sostegno ad un comparto fortemente penalizzato dalla pandemia” conclude la consigliera M5S.