Il presidente della Commissione Ambiente accoglie con favore la proposta del collega Cacciatore, ‘penso che si troverà unità d’intenti che porterà a sua approvazione in tempi celeri’

Roma, 30 novembre – “L’ecologia è indubbiamente una tematica di strettissima attualità e reputo che sia importante che lo Statuto della Regione Lazio si adegui. Pensiamo ai cambiamenti climatici ed all’urgenza con cui temi di questo spessore sono stai posti nell’agenda dei leader mondiali”. A dirlo all’Adnkronos il consigliere regionale Valerio Novelli (M5S), presidente della Commissione Ambiente della Pisana, che accoglie “con favore” la proposta di legge del collega Marco Cacciatore sull’inserimento del concetto ecologista nello Statuto della Regione Lazio. Una iniziativa, aggiunge Novelli, “che si sposa con la vision che ho dato alla mia Commissione da quando mi sono insediato in Presidenza. Pensiamo all’approvazione dei Piani di Assetto dei parchi, agli ampliamenti delle Riserve Naturali ed all’istituzione dei Monumenti Naturali, provvedimenti che hanno visto la Commissione attiva e proattiva verso dinamiche che favoriscono lo sviluppo sostenibile e la transizione ecologica“.

I tempi per questo decisivo passo in avanti “dovevano essere maturi già da tempo”, continua Novelli. “Solo una politica miope e chiusa non può non capire quanto sia urgente e preminente parlare di ambiente ed ecologia a tutti i livelli istituzionali. Non è un caso che il Movimento 5 Stelle, da sempre in prima linea su questo fronte, sia protagonista anche in Regione Lazio dei processi di transizione ecologica. Siamo stati, infatti, la prima Regione d’Italia – rivendica – ad istituire l’Assessorato alla Transizione Ecologica guidato da Roberta Lombardi. Si è sviluppato sin da subito un lavoro di sinergia e di collaborazione tra l’Assessorato e la Commissione che sta portando ad ottimi risultati“.

Quanto alla possibilità di un’ampia convergenza sulla proposta, Novelli si dice ottimista. “Parlando del mio lavoro da Presidente di Commissione devo dire che ho trovato sempre ampia trasversalità su queste tematiche da tutte le forze politiche – sottolinea – Un modus operandi di condivisione che, poi, ho ritrovato anche nell’Aula del Consiglio Regionale. Sono ottimista anche in questo caso e penso che si troverà in breve tempo un’unità d’intenti che porterà all’approvazione della proposta di legge, anche in tempi celeri. Tutto questo sarà accompagnato come sempre dal lavoro che stiamo facendo in Commissione sui numerosi provvedimenti che abbiamo in analisi e che sono proprio rivolti, come dicevo all’inizio, allo sviluppo sostenibile ed alla transizione ecologica”.