Roma, 2 febbraio – “Valorizzare e tutelare il patrimonio archeologico e naturalistico della nostra regione che abbiamo avuto la fortuna di ereditare e che merita di essere conservato e reinterpretato in chiave innovativa per generare anche nuove forme di sviluppo economico-sostenibile. Da qui il mio Ordine del Giorno, che il Consiglio Regionale ha accolto positivamente, grazie al quale verranno accantonate le risorse per sostenere il Comune di Formia per l’istituzione del Parco archeologico naturale “Muro di Nerva” e i Comuni di San Felice Circeo e Sabaudia per  l’istituzione del Parco archeologico della Grotta di Neanderthal e Villa di Domiziano. Allo stesso modo è stata proposta l’istituzione di altri due monumenti naturali nel Comune di Gaeta: il “Monte Conca” e il “Monte Moneta”.

Così la Presidente della Commissione Cultura, Spettacolo, Sport e Turismo della Regione Lazio, Gaia Pernarella.

“Diamo così linfa ad aree del Lazio di inestimabile valore – continua Pernarella – in linea con quanto sancito dall’articolo 9 della nostra Costituzione e convinti che la promozione della cultura passi attraverso la conoscenza del nostro patrimonio culturale e la sua fruizione. I due Parchi archeologici possono inoltre rappresentare un volano economico per il territorio con la prospettiva di un turismo ecosostenibile destagionalizzato in grado di accrescere notevolmente le presenze turistiche e garantire nuove possibilità occupazionali”.

“Con l’Ordine del Giorno sono previsti anche interventi per sostenere e incrementare la Rete dei cammini del Lazio al fine di promuovere un turismo di prossimità attento alla sostenibilità e rispettoso delle bellezze del territorio, interventi di manutenzione straordinaria di un’infrastruttura idraulica sulla strada statale Pontina a servizio degli agricoltori della zona, nonché la messa in sicurezza del tratto di strada corrispondente a beneficio dei cittadini che ogni giorno utilizzano questa infrastruttura e incentivi economici per le attività produttive che intendano installare  impianti di energia solare”.

I territori del Lazio sono da sempre al centro del nostro impegno in Consiglio regionale e la migliore dimostrazione di ciò sono le azioni concrete e tangibili che determinano ricadute positive sulla collettività”, conclude l’esponente M5S alla Regione Lazio.