Mutui, la notizia che tutti aspettavano: gioia per le famiglie

Dopo mesi difficili per il settore mutui finalmente arriva una buona notizia che cambierà completamente tutto per le famiglie.

Sono stati mesi complessi dal punto di vista economico per coloro che avevano già un mutuo e si sono ritrovati a pagare il doppio rispetto a quanto previsto a causa dell’andamento del mercato. Non è stato semplice neanche per coloro che volevano acquistare e hanno dovuto fare i conti con spese impegnative, rate corpose e tante difficoltà operative.

Mutui notizie gioia famiglie
Mutui casa, finalmente la gioia per le famiglie (lazio5stelle.it)

Ora la situazione sta per cambiare. Finalmente sarà possibile tirare un sospiro di sollievo in una situazione più stabile e soprattutto molto diversa sul piano strettamente finanziario. Finalmente c’è un beneficio concreto che aiuterà tutti ad ottenere un mutuo e a spendere meno. Con il Fondo Prima Casa ci sarà la possibilità di acquistare un immobile senza avere necessariamente un capitale ingente da dover disporre come anticipo.

Mutui, arriva finalmente la svolta per le famiglie

Questo sistema è stato pensato per offrire una garanzia sui mutui ipotecari per quanti non hanno la possibilità di farlo in prima persona. Vale quindi per chi vuole comprare la prima casa che diventerà la propria residenza. Non è invece attivabile per quanti vogliono investire o comprare un immobile secondario. Proprio come previsto dalla Legge di Stabilità del 2024 attraverso la decisione del Ministero dell’Economia e delle Finanze di introdurre il Fondo Prima Casa.

Mutui svolta famiglie
Mutui, la notizia finalmente è arrivata (lazio5stelle.it)

La Banca, sostanzialmente, ottiene la garanzia dallo Stato e questo vuol dire che non ha bisogno di ulteriori garanzie da parte del cittadino. Questo amplia di molto le possibilità per chi lavora ma senza particolari garanzie da poter dare, o per le famiglie che hanno molte spese e quindi devono fronteggiare situazioni delicate e imprevedibili ma anche per chi non ha molti soldi da parte per poter anticipare quanto dovuto.

Affinché questo sia possibile, la casa deve avere un valore non superiore a 250 mila euro. Vi sono delle condizioni che offrono priorità e sono: giovani under 36, coppie coniugate o insieme da almeno due anni, nuclei monogenitoriali, conduttori di alloggi popolari. La soglia è stata innalzata all’80% e al 100% in alcuni casi specifici. Come previsto dal Decreto Sostegni Bis è fissato comunque un tetto economico per l’ISEE di 40 mila euro.

Avranno priorità sui richiedenti i nuclei con tre figli a carico entro i 21 anni di età e un ISEE che non superi i 40 mila euro, nuclei con quattro figli di massimo 21 anni e ISEE entro i 45 mila euro, nuclei con cinque figli a carico di età massima di 21 anni e ISEE corrispondente che non superi i 50 mila euro. La garanzia è sul prestito ed è relativo al costo nella sua interezza compresi oneri e costi aggiuntivi.

Impostazioni privacy