Nuovo Decreto Superbonus 110%: cambia tutto per condomini e proprietari di immobili, ecco il regolamento

Ci sono novità per il nuovo decreto Superbonus 110%. Cambia tutto per condomini e proprietari di immobili, tutte le modifiche.

Dei tanti bonus ed incentivi lanciati dal Governo nel corso degli anni, alcuni più di altri hanno saputo attirare l’interesse degli utenti. E non parliamo solo di quei sussidi utili alle famiglie particolarmente in difficoltà e con un ISEE basso, ma anche alle agevolazioni fiscali studiate per favorire i lavori in casa e il progresso tecnologico ed ecosostenibile.

nuovo decreto superbonus
Nuovo decreto superbonus 110%, ecco tutte le novità – Lazio5stelle.it

Tra questi impossibile non menzionare il Superbonus 110%, un fantastico incentivo che dà modo di effettuare lavori in casa e di godere di un risparmio enorme. Di recente è stato approvato un nuovo decreto che però cambia completamente le carte in tavola, sia per i condomini che per i proprietari di immobili. Ecco che cosa dovete sapere secondo il nuovo regolamento.

Nuovo decreto Superbonus 110%: ecco tutte le novità approvate, cosa bisogna sapere prima di richiederlo

Lo scorso 22 maggio 2024 è stato approvato il nuovo decreto Superbonus 110%, che introduce importanti cambiamenti nella modalità di fruizione di questo importante incentivo. Dovete quindi informarvi subito se siete interessati ad usufruirne; così facendo sarete certi di fare tutto nella maniera corretta e di non incappare in spiacevoli sorprese nel futuro prossimo.

novità decreto superbonus
Nuovo decreto Superbonus 110%, pessime notizie per i contribuenti – Lazio5stelle.it

In particolare, col nuovo decreto le spese del superbonus saranno detraibili non più in 4 ma in 10 anni. Una modifica che purtroppo va a penalizzare i cittadini che saranno costretti ad attendere più tempo del previsto per ricevere il rimborso sul proprio conto.

Tutte queste novità saranno applicate alle spese che sono state sostenute a partire dal 1° gennaio 2024. E non è finita qui, perché il nuovo decreto introduce delle novità anche per quanto riguarda i termini di controlli del lavori effettuati. E un ruolo fondamentale in questo senso sarà svolto dal Comune, nell’ambito delle attività di vigilanza.

A quelli che contribuiranno attivamente all’accertamento fiscale, verrà riconosciuta una quota pari al 50% delle maggior somme legate ai tributi statali riscosse a titolo definitivo. Un incentivo extra che vuole rendere più profonda la lotta alle frodi e agli abusi. Questo, si traduce per cittadini e proprietari di immobili in una maggior attenzione che viene chiesta dal momento in cui si dice di procedere con i lavori tramite decreto superbonus 110%. Così non avrete più dubbi, queste sono tutte le modifiche che sono state approvate nei giorni scorsi.

Impostazioni privacy