Ti hanno regalato dei soldi con bonifico? Stangata assurda, ecco cosa può succedere dopo un po’

Se hai ricevuto dei soldi in regalo tramite bonifico: attenzione alla stangata. Aggiunta una normativa: ecco cosa prevede. Tutto qui di seguito.

Capita spesso che un regalo non sia un vero e proprio oggetto materiale ma dei soldi contanti o in bonifico. Soprattutto in quest’ultimo caso spunta il dubbio se bisogna pagare le tasse anche sui quei soldi. In effetti, un regalo è come una donazione, non c’è infatti, alcuna differenza tra questi due termine e quindi se per la donazione è prevista un’imposto lo è anche per un regalo?

Soldi regalati e tasse da pagare
Soldi regalati? Ci sono le tasse (foto: Canva) (lazio5stelle.it)

Non è raro regalare soldi, succede quando gli invitati di un matrimonio fanno la cosiddetta busta agli sposi con i soldi oppure genitori e nonni che regalano soldi ai figli e nipoti. Si tratta di regali che sono vere e proprie donazioni. Ma andiamo quindi ora a capire come funziona e se bisogna pagarci le tasse su questi soldi. C’è una risposta.

Regali e tasse, ecco come funziona: si paga solo questo

Come abbiamo appena detto spesso si riceve denaro come regalo e per questo a molti sorge spontaneo chiedersi se su quei soldi devono pagare le tasse. Partiamo dicendo che i regali non concorrono alla formazione del reddito e quindi su di essi non si deve versare l’Irpef. I regali non devono essere inseriti nella dichiarazione dei reddito.

Tuttavia ci sono dei casi in cui va, invece, fatto. Nel caso appena indicato sopra si fa riferimento a regali di modico valore, ma quando invece la somma ha un valore più importante è necessario un atto pubblico e la presenza di un notaio. In questo caso quindi va pagata l’imposta di donazione. Ora bisogna capire quanto bisogna pagare.

Si pagano le tasse sui regali? La verità
Regali e tasse (foto: Canva) (lazio5stelle.it)

L’importo dell’imposta di donazione varia in base a diversi fattori, soprattutto nello specifico due: l’importo del regalo e il legame di parentela con il donatore. La legge non può porre nessun limite nella somma di soldi che si vuole regalare, ma può imporre come avviene il regalo. Infatti in contanti si possono donare fino a 4.999 euro. Per cifre più alte bisogna utilizzare mezzi di pagamento tracciabili.

Nel caso di donazione tra genitori e figli però l’importo cambia, qui c’è l’imposta di donazione solo se si supera il milione di euro. Mentre per donazione tra fratelli e sorelle e parenti fino al terzo grado l’imposta di donazione si paga solo se il regalo supera i 100.000 euro. Abbiamo quindi capito che non si pagano le tasse sui regali in soldi, ma solo un’imposta in alcuni casi.

Impostazioni privacy