Agenzia delle Entrate super concorso, stipendi da 30mila euro l’anno: come candidarsi

Da non perdere: dall’Agenzia delle Entrate il super concorso con stipendi da 30mila euro l’anno, ecco come candidarsi. Tutte le informazioni utili.

In questo periodo stanno uscendo numerosi bandi di concorso pubblico per diversi ruoli professionali. Quello che vogliamo segnalarvi qui riguarda l’Agenzia delle Entrate, che ha appena pubblicato un bando per la ricerca di funzionari, che riceveranno uno stipendio da 30mila euro annui. Di seguito vi segnaliamo tutti i requisiti richiesti.

agenzia delle entrate concorso
Agenzia delle Entrate il super concorso, con stipendi da 30mila euro – Lzio5stelle.it

Il nuovo concorso pubblico dell’Agenzia delle Entrate è stato indetto per la ricerca di funzionari da impiegare nelle risorse umane. Il concorso è rivolto ai laureati in alcune discipline specialistiche e l’assunzione dei vincitore sarà a tempo indeterminato.

Ecco come fare per candidarsi e tutto quello che bisogna sapere sul nuovo concorso. Tutti i dettagli da conoscere per la presentazione della domanda.

Agenzia delle Entrate in arrivo il super concorso, con stipendi da 30mila euro l’anno

Se avete i requisisti richiesti, non dovete perdervi il nuovo bando di concorso pubblicato dall’Agenzia delle Entrate per l’assunzione di nuovi 80 funzionari da destinare ai processi di selezione, valutazione, formazione e sviluppo delle risorse umane. Il bando è rivolto a laureati, anche in possesso di una laurea triennale, e prevede una prova orale e una prova scritta.

Accanto al titolo di studio, sono richiesti i requisiti tipici dei concorsi pubblici: cittadinanza italiana, posizione regolare riguardo agli obblighi militari, godimento dei diritti politici e civili, infine idoneità fisica all’impiego. Sono esclusi coloro che sono stati interdetti dai pubblici uffici o destituiti o licenziati dal pubblico impiego.

agenzia delle entrate concorso
Come partecipare al nuovo concorso dell’Agenzia delle Entrate – Lazio5stelle.it

I titoli di studio richiesti, per una laurea almeno triennale, riguardano le seguenti discipline:

  • Scienze dei servizi giuridici (L-14); Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione (L-16); Scienze dell’economia e della gestione aziendale (L-18); Scienze dell’educazione e della formazione (L-19); Scienze e tecniche psicologiche (L-24); Scienze economiche (L-33); Scienze politiche e delle relazioni internazionali (L-36); Sociologia (L-40);
  • Diploma di laurea in giurisprudenza, economia e commercio, psicologia, scienze dell’educazione, scienze della formazione primaria, scienze politiche, sociologia, conseguito secondo l’ordinamento di studi previgente al D.M. n. 509/99 o titolo equipollente per legge. Laurea specialistica o magistrale equiparata ai suddetti diplomi di laurea secondo quanto stabilito dal decreto interministeriale del 9 luglio 2009;
  • Titolo di studio conseguito all’estero, o di titolo estero conseguito in Italia, riconosciuto equipollente ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi, secondo la vigente normativa, ad una delle lauree sopra indicate.

Le domande per partecipare al concorso vanno presentate in forma telematica, sul portale www.inpa.gov.it, entro le 23.59 di venerdì 14 giugno. Sul portale sono disponibili tutte le informazioni in dettaglio e il bando completo.

I vincitori del concorso lavoreranno nella Direzione Centrale Risorse Umane di Roma e nelle sedi delle Direzioni Regionali nei capoluoghi di diverse regioni italiane, elencate nel bando. I funzionari saranno assunti con contratto a tempo indeterminato e stipendio da 30mila euro all’anno.

Impostazioni privacy